Scienze e Agricoltura

Sezione Scienze e Agricoltura

Presidente: Maria Teresa Ceccherini Guicciardini

Vicepresidente: Marisa Dalla Chiara


Che cos’è la luce? Onda o corpuscolo?
Qual è la spiegazione di quello spettacolo che ci offre la luce dopo un temporale, quando le nubi si sono diradate, la pioggia è quasi finita, il Sole è basso sull’orizzonte e i suoi raggi penetrano nell’atmosfera ancora carica di minute goccioline?
Davanti ai nostri occhi, si è formato un grande nastro arcuato di sette colori, rosso, giallo, arancione, verde, azzurro, indaco e violetto…e, forse, come narra una antica leggenda irlandese, alla fine di quell’arco variopinto, dove finiscono le sfumature del cielo, si nasconde una pentola d’oro, tesoro del popolo degli gnomi…
Al di là delle saghe e dei miti, la misteriosa natura della luce ha affascinato per millenni gli scienziati, prima di trovare spiegazione, agli inizi del Novecento: la luce è contemporaneamente un’onda e un corpuscolo.
Il termine, in realtà, descrive la regione dello spettro elettromagnetico di lunghezza d’onda compresa tra 380 nm e 750 nm, in grado di suscitare sensazioni visive sulla retina dell’occhio.
Il Prisma di Newton ci ha regalato la spiegazione di un prodigio…
La luce è indispensabile a tutti gli esseri viventi, che dipendono, quindi, dalla luce solare utilizzata dalle piante nella fotosintesi clorofilliana, il più importante processo biologico che si svolge sulla Terra.
Ma la luce ha sugli esseri umani un’influenza ben più complessa; pensiamo alle sue applicazioni tecniche e terapeutiche: telescopi, microscopi, laser, che hanno permesso lo sviluppo dei sistemi di lettura digitale, delle tecniche chirurgiche e dell’industria di precisione.
Ed è probabilmente la più famosa formula della fisica, grazie all’intreccio di novità, semplicità ed eleganza, la formula della relatività ristretta di Albert Einstein, in cui, nella rinuncia all’etere, è proprio la luce che gioca un ruolo fondamentale: E = mc2.
Se E indica l’energia relativistica totale di un corpo, m la sua massa relativistica e c la costante velocità della luce nel vuoto, proprio il valore costante della velocità della luce nel vuoto è stato usato per definire il metro, misura fondamentale della lunghezza, da cui si generano la maggior parte delle unità di misura…

Maria Teresa Ceccherini Guicciardini

Programma 2020

Giovedì 16 gennaio, ore 18
Bruno Carli, Luce, energia e clima: sul nostro pianeta fenomeni
collegati


Venerdì 3 aprile, ore 19Istituto di Scienze Militari
Aeronautiche (iniziativa su prenotazione presso la Segreteria)
Padre Paolo Benanti, Intelligenza artificiale: sfida antropologica
ed etica
In collaborazione con l’Istituto di Scienze Militari Aeronautiche


Lunedì 25 maggio, ore 18
Leonello Tarabella, Una Stella nel Battistero - Geometrie della
Piazza dei Miracoli, Orologio e Calendario Solare
In collaborazione con la Sezione Musica

Giovedì 29 ottobre, ore 18
Vincenzo Schettino, Magia della Luce nella Poesia e nella Scienza


Giovedì 26 novembre, ore 18
Paola Verrucchi, Tre qubit alle Canarie - La meccanica quantistica,
dai fondamenti al teletrasporto

Firenze,

Palazzo Adami Lami

Lungarno Guicciardini, 17

E-mail:

info@lyceumclubfirenze.it