Rapporti Internazionali

Sezione Rapporti Internazionali

Presidente: Adelina Spallanzani

Vicepresidente: Alessandra Bayon

 

Una stretta di mano.

Si faceva, un tempo, per verificare che l’interlocutore non nascondesse armi bianche sotto le maniche: oggi, è, spesso, il segno di un’amicizia, che travalica i rapporti individuali, per coinvolgere Paesi e Nazioni.

L’amicizia, infatti, si inserisce anche nel contesto delle relazioni politiche, per indicare una particolare condizione delle relazioni fra Stati o Popoli, legati da affinità e comuni interessi.

E se lo statista inglese Benjamin Disraeli ebbe a dire che “Le nazioni non hanno mai amici stabili e nemmeno nemici stabili. Solo interessi permanenti”, il Trattato di Maastricht, firmato il 7 Febbraio 1992 ed entrato in vigore il 1 Novembre 1993, è l’atto fondativo dell’Unione tra gli Stati d’Europa. L’Unione Europea era stata auspicata da tempo e, fin dall'inizio degli anni ‘80, si era diffusa l’idea di una maggiore integrazione sul piano politico, capace di andare oltre la Comunità Economica Europea (CEE), la Comunità Europea del Carbone e dell'Acciaio (CECA) e la Comunità Europea dell'energia atomica (CEEA).

Si trattava di abbandonare il principio della cooperazione tra Stati sovrani, per mirare alla loro progressiva integrazione politica ed economica.

Dall’ “Alitinonfo” di Gaspare Scaruffi, il primo testo a preconizzare una moneta unica per l’Europa, nel 1582, al “De Civitate Dei” di Sant’Agostino, da Tocqueville a Cesare Beccaria e a Ugone Grozio, padre del diritto internazionale, da Karl Marx a Scipione Maffei: il pensiero storico e filosofico dell'Europa contenuto in 150 libri.

Provenienti da collezioni private e dalla biblioteca della Camera dei Lord di Londra, questi volumi offrono una sintesi del pensiero storico, filosofico, politico ed economico del nostro Vecchio Continente che, nel 1957, a Roma, officiava la prima giornata della propria unità, con la firma di quei trattati che, prendendo il nome dalla città più ricca di storia tra le capitali europee, a tutte le altre indicava la strada.

Sarà questo l’inizio, forte, di un programma, che si concluderà con una prospettiva su quelle amicizie, che la diplomazia deve ancora costruire o perfezionare.

Oltre a supportare l’attività di tutte le altre Sezioni, la Sezione Rapporti Internazionali continuerà, quindi, la sua attività di relazione con i Lyceum di tutto il mondo, partecipando al prossimo Meeting Internazionale, che si terrà a Oulu (Finlandia) dal 27 al 29 giugno.

 

Adelina Spallanzani

 

Programma 2018:

Lunedì 19 febbraio, ore 18

RICCARDO NENCINI, I 150 libri che hanno fatto l’Europa

Esemplari in mostra dalla collezione di EUGENIO SIDOLI

In collaborazione con la Sezione Letteratura

 

Lunedì 26 marzo, ore 18

ILARIA CINELLI, Amici su Marte?

In collaborazione con la Sezione Scienze e Agricoltura

 

Giovedì 10 maggio, ore 17.30

Diamonds Are a Girl's Best Friend. Proiezione del film Gli uomini preferiscono le bionde

GIANFRANCO GRIMALDI presenta i capolavori di Gian Maria Buccellati

In collaborazione con la Sezione Attività sociali e la Sezione Letteratura

 

Da Mercoledì 27 a Venerdì 29 giugno

Oulu (Finland), International Central Bureau (BCI) of the International Association of Lyceum Clubs and Cultural Days

 

Giovedì 27 settembre, ore 18

EDEM KOFFI E MAURO BARSI, Le preziose mani degli amici

In collaborazione con la Sezione Attività Sociali e la Sezione Scienze e Agricoltura

 

Lunedì 1 ottobre, ore 18

GIAMMARCO PIACENTI E CECILIA SANDRONI, L’amicizia fra tre confessioni religiose ed il restauro della Basilica della Natività di Betlemme

 

Lunedì 19 novembre, ore 18

NICHOLAS HOPTON, L’arte della diplomazia, sublime forma di amicizia tra Popoli e Stati

In collaborazione con l’AMBASCIATA IRANIANA A ROMA

 

 

 

 

E-mail:

info@lyceumclubfirenze.it

Contattaci

Firenze,

Palazzo Adami Lami

Lungarno Guicciardini, 17