5 e 12 giugno

Mercoledì 12 giugno 2024, ore 18

Sezione Musica


Festeggiamo i 50 anni della Scuola di Musica di Fiesole 


Musiche di: L. van Beethoven, F. Schubert, F. Mendelssohn


Gentili Socie, Amici e frequentatori del Lyceum Club Internazionale di Firenze

 

siamo felici di partecipare alle celebrazioni del 50° anniversario della Fondazione Scuola di Musica di Fiesole, una realtà unica in Italia per la visione chePiero Farulli ha voluto mettere in atto con il motto "La musica, un bene da restituire": una realtà di eccellenza formativa per i giovani professionisti che trovano collocazione nei gruppi cameristici e nelle orchestre più prestigiose del mondo e, allo stesso tempo, un'istituzione che offre la gioia di far musica a tutti, indistintamente, da 0 a 90 anni, anche nei percorsi riservati agli amatori.

Per festeggiare il suo 50° compleanno la Scuola di Fiesole farà ascoltare nella sala del Lyceum alcune eccellenze dei suoi corsi accademici di musica da camera, fiore all'occhiello, insieme ai corsi orchestrali, di questa meravigliosa istituzione.


Nel secondo appuntamento di questa festa musicale ascolteremo mercoledì 12 giugno, alle ore 18, nella sede del Lyceum in Palazzo Adami Lami (Lungarno Guicciardini, 17 - Firenze), alcuni capolavori della letteratura per Quartetto d'archi, a partire dall'op. 18 n. 1 di Ludwig van Beethoven, il Quartetto in mi bemolle maggiore D 87 di Franz Schubert e il primo Quartetto in mi bemolle maggiore op. 12 di Felix Mendelssohn.


Come interpreti ascolteremo due entusiasmanti giovani quartetti del percorso accademico, selezionati dalla Scuola di Musica di Fiesole per questo avvenimento: MATILDE ASINARI e RUBEN HAVE (violini), GENNARO SCACCHIOLI (viola) e ALLEGRA BRITTON (violoncello) per l'op. 18 n. 1 di Beethoven;

il QUARTETTO METAMORPHOSIS (EDOARDO BIANCHI e VIOLA MATTEOLI, violini; LETIZIA ZANOBINI, viola; AURORA PIERATTINI, violoncello) nei due lavori di Schubert e Mendelssohn.


Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili. Da parte dei non associati è gradito un contributo libero.


Vi aspettiamo!                                                                    

Eleonora Negri, Irene Weber Froboese

Sezione Musica